Didattica

Quando si sente parlare di didattica difficilmente ci si scosta dall’immagine della lezione frontale, ripetitiva di un programma ministeriale standardizzato e bloccato, mentre la didattica per noi è prima di tutto esperienza. Nei diversi Ordini e grado di Scuola, è necessario tener conto dell’età dei bambini, della loro evoluzione fisica, psicologica e mentale che porta con sé un’enorme quantità di esigenze e di domande di senso. Non solo, è anche necessario tener conto delle diversità di relazioni, di circostanze e modalità di affronto. Tutto ciò concorre a stabilire un progetto inclusivo che investe tutta l’esperienza sensoriale e conoscitiva attraverso la didattica. La proposta didattica della scuola ha lo scopo di formare ogni alunno nella totalità della sua persona, valorizzandone le capacità, gli interessi e l’unicità. Per questo il metodo proposto è strettamente legato all’esperienza: gli insegnanti accompagnano, in modo graduale e secondo le esigenze delle diverse età, alla scoperta, all’incontro e alla conoscenza della realtà.

Progetto continuità

La continuità fra i diversi ordini e gradi di scuola non è un semplice passaggio fisico o informativo, ma la valorizzazione del soggetto che continua il proprio percorso formativo insieme ad altri allievi che hanno vissuto esperienze recenti simili.  Gli studenti più grandi lasciano la loro eredità ai più piccoli e potranno aiutarli a rispondere alle loro domande sul grado successivo: “com’è fatto? Chi c’è? Cosa si fa?”

L’intento di questo progetto che prevede incontri con bambini di età affine, è quello di realizzare un percorso insieme che offra l’opportunità di relazionarsi, fare esperienze specifiche ed acquisire, attraverso il gioco, attività laboratoriali, di consumo dei pasti insieme, conoscenze trasversali e condivisibili.